Camminiamo...per la ricerca. 24 ore di solidarietà.

 

 

Trento, 18 ottobre 2008.

Uno scorcio della bella fontana del Nettuno, in attesa del via alla prima edizione della " Camminiamo per.. la ricerca " svolta a Trento nei giorni 18 e 19 ottobre.

La manifestazione ha voluto sensibilizzare l'opinione pubblica sulla Fibrosi Cistica e raccogliere fondi per il nuovo progetto di ricerca adottato dalla Associazione Trentina e per il sostegno del Centro Provinciale di Supporto per la cura della Fibrosi Cistica presso l'Ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto.

 

 

 

Gianni Gecele che per l'occasione ha creato e donato la farfalla gigante, logo dell'Associazione, con Luca.

 

Ultimi dettagli prima della partenza.

 

Pochi minuti prima del via, si riconoscono atleti di fama mondiale e personaggi pubblici di rilievo.

 

Atleti in gara: si riconoscono gli atleti del Crus Pedersano e dell'Atletica Trento.

 

Altri atleti alla partenza.

 

 

64 ragazzi di 21 Paesi diversi.    20 accompagnatori della SOSAT guidati da Gianni Dorigatti, in collaborazione con ANA Trento Sud e l'Azienda Forestale di Trento / Sopramonte,hanno partecipato alla " Camminiamo per..la ricerca" con molto entusiasmo,  camminando sul sentiero della solidarietà.

 

 

 

I preparativi alla partenza continuano.

 

 

E' calata la sera, ma il "nostro"Presentatore Italo Leveghi continua magistralmente a condurre la manifestazione in maniera professionale e partecipata.

 

 

 

Sono le ore della notte le più difficili, qui vediamo gli atleti della Cassa Rurale di Trento impegnati nella loro fatica.

 

 

I partecipanti del Comune di Trento.

 

 

 

Foto di gruppo di alcuni parteciapanti alla Camminiamo per.. la ricerca.

 

 

 

L'arrivo del dott. Ermanno Baldo, primario di Pediatria e del Centro Provinciale di Supporto per la cura della Fibrosi Cistica presso l'Ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto, con signora.

 

 

 

La gradita visita del nostro Testimonial Francesco Moser, accanto alla Presidente Bruna Cainelli ed al Presentatore Fabio Lucchi.

 

Manca poco alla conlusione ed anche Francesco Moser  si prepara per il suo giro di solidarietà.

Sullo sfonda la farfalla ( logo della Associazione trentina fibrosi cistica ) che raccoglie tutte le firme dei parteciapnti.

 

 

La manifestazione sta per concludersi, ci si avvicina a piazza Duomo.

 

 

 

Grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato.

               Ringraziamenti.

Ottomilasettecento grazie. L'Associazione Trentina Fibrosi Cistica Onlus vuole ringraziare pubblicamente tutti i trentini che, grazie alla loro sensibilità, hanno permesso di contribuire alla ricerca della Fibrosi Cistica con la somma di 8.756,20 euro, raccolti nel corso della manifestazione "Camminiamo… per la ricerca", staffetta di 24 ore, mai interrotta per il centro storico di Trento tra sabato 18 e domenica 19 ottobre.

 Il ricavato della manifestazione è destinato al progetto di ricerca n. 16/2008 che l'Associazione Trentina fibrosi citica ha adottato presso la Fondazione Ricerca fibrosi cistica onlus di Verona e dedicato in ricordo di Marika Tomasi; e  sostegno al Centro Provinciale di supporto per la cura della Fibrosi Cistica presso l'Ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto. 

Si tratta di uno studio che impegna economicamente l’Associazione per un importo di € 20.000,  coinvolge 5 Centri Italiani per la cura della Fibrosi Cistica, 13 ricercatori e un centinaio di pazienti.

 Nel "salvadanaio" a forma di farfalla in piazza Duomo sono stati raccolti 4.241,50 euro. Il resto è arrivato tramite accreditamenti sul conto corrente dell'Associazione, strumento usato in prevalenza dai gruppi, dai sostenitori e dalle associazioni sportive che hanno con generosità aderito al progetto. I partecipanti alla manifestazione sono stati circa 700. I camminatori hanno percorso 151,704 km (168 giri per 903 metri), i corridori  252,840 km (448 giri per 903 metri) per complessivi 404,544 km in 24 ore. Impossibile ringraziare personalmente tutti coloro che sono stati vicini e hanno reso possibile la concretizzazione della 24 ore, a partire dall'Associazione Croce Bianca di Trento,  alla Protezione Civile della Provincia di Trento, alla Federazione Italiana Cronometristi,  al  Gruppo Giudici di Gara della Fidal e  alla Polizia Municipale di Trento  per la sensibilità, l'aiuto e l'assistenza prestate. Un caloroso grazie a tutte le persone che hanno partecipato e inoltre al Circolo Sportivo della Cassa Rurale di Trento presente durante tutta la 24 ore, all' Associazione Nuoto Rari Nantes, Circolo Dipendenti Comune di Trento, Associazione Naz.Carabinieri di Civezzano-Fornace e Trento, CRUS Pedersano, Atletica Villazzano G.S. Scarpon, S.O.S.A.T., G.S. Fraveggio, G.S. Giudicarie Esteriori, Atletica Trento,  Scout Trento 4, Gruppo di Piedicastello e Circolo  ASTeL dell'Azienda Ospedaliera.

   Grazie anche al nostro testimonial Francesco Moser, agli sportivi olimpionici e paraolimpionici intervenuti, agli atleti  Antonio Molinari e don Franco Torresani, per la loro partecipazione. A tutti i politici e rappresentanti della comunità che non hanno fatto mancare la loro vicinanza. In particolare però due persone sono rimaste nel cuore dell'associazione. Sono Patrizio Lucca di Gardolo e Ivan Valentini di Lavis. Non più giovanissimi nel fisico ma adolescenti nel cuore hanno colto nel profondo lo spirito dell'iniziativa. Patrizio Lucca, ha centrato la realizzazione della maratona su strada, ben 42,124 km percorsi sui ciottoli della Trento notturna (accompagnato a tratti dalla moglie Giovanna), nonostante un malanno ad un muscolo lo abbia più volte messo in difficoltà. Ivan Valentini,  non ha sprecato il fiato ed ha corso per ben 3 ore, un minuto e 10 secondi di fila. Non saranno record olimpici ma il loro valore simbolico è stato grande. Un momento di particolare gioia all'iscrizione del Movimento Apostolico Ciechi che non ha voluto mancare di camminare assieme. La manifestazione è stata presentata con grande maestria e professionalità dall'amico Italo Leveghi e da Fabio Lucchi

Chi volesse contribuire, anche con un piccolo aiuto, al completamento del progetto adottato ha la possibilità di farlo versando sul conto corrente Banca di Trento e Bolzano IT 37 N032 4001 8040 0000 4087 678: specificando nella causale il proprio nome e indirizzo; sarete informati sull’esito del progetto. 

(ulteriori informazioni cell 340 522 88 88 – 328 15 20 540 www.associazionetrentinafibrosicistica.it in fase di ristrutturazione e www.myspace.com/asstrentinafibrosicistica).