Risultati

PROGETTO FFC 16/2007   -   RISULTATI

Controllo e prevenzione delle infezioni  respiratorie in pazienti con fibrosi cistica: valutazione della distanza di emissione dello Pseudomonas aeruginosa dal tratto respiratorio di persone infette attraverso tosse e Conversazione.

                              dal Notiziario FFC 23 • DICEMBRE 2008 •

 Responsabile: dott Cesare Braggion
(Dipart. Pediatria, Università di Firenze, Centro FC, Osp. Meyer)
Durata: un anno

 Finanziamento: € 10.000

Adozione:  “Associazione Trentina Fibrosi Cistica Onlus” dedicata a Rosy Serafini

Premesse - Le Linee Guida Internazionali sulla prevenzione delle infezioni respiratorie in FC raccomandano di mantenere la distanza precauzionale di almeno un metro tra i soggetti con FC. Infatti una delle principali modalità di trasmissione di Pseudomonas aeruginosa (PA) è attraverso l’emissione di goccioline di saliva con la conversazione e la tosse, sintomo abituale nei pazienti con FC. Tuttavia sono pochissimi gli studi specifi ci svolti nell’ambito della FC e scarse le prove scientifi che in merito alla distanza precauzionale. 

Obiettivi - Stabilire qual è la distanza di sicurezza rispetto ad un paziente colonizzato da pseudomonas aeruginosa che andrebbe rispettata per contenere il rischio di acquisire il batterio tra persone. 

Risultati - Il metodo di studio è consistito nel porre il soggetto in piedi davanti ad un telo sterile impermeabile monouso teso orizzontalmente all’altezza del mento. Si è chiesto, quindi, al paziente di leggere un brano con l’intento di ricreare le condizioni di una conversazione. Successivamente si sono raccolti quattro campioni per contatto diretto di terreni di coltura con il telo nelle seguenti aree: 0-0,5m; 0,5-1m;1-1,5m;1,5- 2m.
Cambiato il telo sterile, si è chiesto al soggetto di effettuare manovre di espirazione forzata a glottide aperta (tosse). Poi si è ripetuto il prelievo di altri quattro campioni. Sono stati inclusi 42 soggetti con FC colonizzati da PA di età eguale o superiore a 14 anni. La prevalenza di colture positive per PA dopo conversazione è risultata 0.59%. Quella dopo tosse è stata 1.7%.
La prevalenza nell’area 1,5-2 metri è stata 1.19 %. Quindi, la trasmissione di PA è possibile anche oltre 1 metro di distanza sia durante la conversazione che durante la tosse, anche se  questa probabilità è piuttosto bassa. Conseguentemente la
distanza minima di un metro NON può essere considerata una misura assoluta di prevenzione delle infezioni.