Per garantire il concorso dei cittadini alla definizione e all'attuazione delle politiche per la salute e alla valutazione dell'attività e dei risultati del Servizio sanitario provinciale, la legge provinciale 16/2010 istituisce la Consulta provinciale per la salute formata dalle associazioni di volontariato che operano a tutale del diritto alla salute con compiti di consulenza, impulso e proposta, demandando ala Giunta provinciale di definire composizione e funzionamento.

Ai fini della composizione della Consulta, per associazioni di volontariato si intendono quelle con ordinamento democratico che eseguono interventi di solidarietà, tutela e supporto ai cittadini, assicurando gratuitamente le proprie prestazioni.

Sono da annoverare tra le associazioni di volontariato che operano a tutela del diritto alla salute: le associazioni di pazienti e di famigliari di pazienti con riguardo alla prevenzione e alla tutela dei portatori di specifiche patologie: le associazioni che erogano prestazioni di supporto agli interventi sanitari e/o socio-sanitari quali, a titolo di esempio, quelle per il trasporto infermi: le associazioni di donatori di tessuti e organi a scopo di trasfusione o trapianto: le associazioni di cittadini che perseguono finalità di tutela dei diritti e di diffusione della cultura n campo sanitario e socio- sanitario. 

Gli enti di volontariato di diritto pubblico, operanti negli ambiti sanitari e socio-sanitari sono parificabili alle associazioni di volontariato.

Per quanto riguarda la composizione della Consulta, la Giunta provinciale, con propria deliberazione n.2158 del 14 ottobre 2011, ha previsto che: